Recensione Stilografica Sailor 1911 Standard Size Black GT Medium

Sailor 1911 Standard Size Medium box (by andrea=netnemo)1) Prime impressioni
Fu un successo lavorativo che mi spinse a premiarmi con una nuova penna stilografica il 25 marzo 2009. Mi trovavo a Torino e sapevo che vicino all’ufficio c’era uno dei più antichi e famosi negozi di penne stilografiche d’Italia, Torino Penna. C’ero già stato in passato così senza indugio mi sono diretto lì. Volevo una penna speciale, elegante ma al tempo stesso non facile da trovare. La titolare del negozio, una signora molto gentile esperta e competente, mi suggerì due penne ed una di queste era proprio questa Sailor 1911. Mi piacque subito appena la vidi, nera, lucente con la sua eleganza dai particolari dorati. La scatola era classica ma insieme alla penna c’era anche un converter e il libretto di manutenzione e garanzia.

Sailor 1911 Standard Size Medium posted (by andrea=netnemo)2) Estetica e rifiniture
La penna è nero lucido con particolari placcati oro ed è perfetta nell’assemblaggio e nella fattura senza alcuna sbavatura. In generale la penna appare molto elegante e, anche se le dimensioni sono “standard”, molto solida. L’impugnatura è liscia ma la penna non scivola dalla mano.

Sailor 1911 Standard Size Medium cap detail (by andrea=netnemo)3) Design, dimensioni e peso
La penna è realizzata in acrilico PMMA (Polimethilmethacrilato), un tipo di resina speciale. E’ a forma di sigaro non troppo grosso che infatti le conferisce il nome di “standard”. Le estremità della penna sono arrotondate e affusolate. il cappuccio è delimitato da due bande dorate di cui una, la più grossa e più vicina alla sezione, riporta la scritta “Sailor Japan Founded 1911”. La penna è molto ben bilanciata quando la si usa con il cappuccio mentre è forse troppo leggera senza cappuccio. Le sue dimensioni in mm sono: chiusa 134, stappata con cappuccio 146, senza cappuccio 116, lunghezza cappuccio 64, diametro cappuccio 14, lunghezza corpo 80, diametro corpo 12, lunghezza sezione impugnatura 17, diametro impugnatura 10, peso complessivo con converter gr. 20,3.

Sailor 1911 Standard Size Medium nib detail (by andrea=netnemo)4) Design e performance del pennino
Il pennino ha una lunghezza di 19 mm e un’apertura alare di 8 mm. E’ in oro 14Kt giallo con tratto Medio ma molto più sottile di altri medi che possiedo, quasi un fine. Avevo tuttavia provato un fine nel negozio ma non mi era piaciuto perché troppo… fine. Nel complesso la dimensione del pennino è nella media. E’ un pennino rigido dal quale l’inchiostro usato (Pelikan 4001 Brilliant Black bottiglia da 1000ml) fluisce bene e con continuità anche dopo svariate settimane di inutilizzo. Il sistema di capillarizzazione è in plastica multilamellare fino a poco sopra l’apertura alare massima. Il pennino si può svitare facilmente anche se io non ne ho ancora avuto bisogno ma dovrò farlo a breve per la consueta pulizia prima di riporre la penna nella vetrina. Sono molto soddisfatto delle caratteristiche di questo pennino, che è stato usato su carta per stampante laser, carta per quaderni e moleskine dando in ogni situazione ottimi risultati.

5) Sistema di ricarica
Anche se la penna può essere usata con le cartucce standard, visto che era presente un converter in dotazione, ho preferito l’uso di inchiostro in bottiglia. L’unico inconveniente è che, come per tutte le penne che usano i converter, la quantità di inchiostro incamerata è irrisoria anche in confronto a penne piccole a pistone come la Pelikan M150. In ogni caso il converter si incastra bene senza ballare o staccarsi nemmeno con l’uso del calamaio da viaggio della Visconti.

Sailor 1911 Standard Size Medium capped (by andrea=netnemo)6) Costo / Valore
La penna fu pagata €120,00 al netto di un piccolo sconto di €30,00 ma non è stato questo a farmela scegliere, bensì le caratteristiche già menzionate. Il negozio dal quale l’ho presa, Torino Penna, si trova a Torino in via XX Settembre 4, vicino a Piazza Carlo Magno. La garanzia è di 2 anni e la penna era nuova al momento dell’acquisto. Da quello che vedo ora, dopo più di un anno di utilizzo con molti intervalli di fermo, valeva tutti i soldi spesi e si colloca in una posizione media nella mia collezione. In genere ho fatto sempre ottimi acquisti da Torino Penna, tra penne inchiostri e portapenne.

7) Opinione complessiva e conclusioni
Nel complesso sono molto soddisfatto dell’acquisto. L’avevo vista solo su FPN in passato e avrei voluto prendere la sorella maggiore ma il prezzo era eccessivo e tutto sommato per le mie piccole mani questa penna va benissimo. Come eleganza si posiziona tra le più belle della mia collezione, per valore si posiziona invece a metà. Potendo tornare indietro la ricomprerei uguale e sicuramente la raccomando ad altri.

Condominiums Manager, Fountain Pens Collector, Digital Photography Enthusiast. Amministratore di Condomini, Collezionista di Penne Stilografiche, Appassionato di Fotografia Digitale.

Tagged with: , , , , , ,
Pubblicato su Recensioni

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Il sismabonus sarà esteso anche all'edilizia residenziale pubblica
    Estendere all'edilizia residenziale pubblica gli incentivi al miglioramento sismico. Lo ha annunciato il Ministro Delrio.In Italia, secondo quanto pubblicato con un comunicato ufficiale pubblicato sul sito del MIT, il 40% degli edifici di edilizia residenziale pubblica, sono localizzati in zona sismica 1, la più a rischio, e sono stati costruiti prima d […]
  • Servitù coattiva di passaggio e comproprietà dei fondi serventi
    Se una persona è proprietaria di un fondo intercluso, il fatto che sia anche comproprietaria dei fondi che si frappongono tra il primo e la pubblica via incide sulla possibilità di ottenere la costituzione di una servitù coattiva di passaggio?Di questo particolare aspetto relativo alla costituzione di una servitù coattiva di passaggio si è occupata – sia pur […]
  • Fumare in condominio? No, grazie.
    In Italia è oramai noto il divieto di fumo che vige nei locali chiusi, ad eccezione di apposite sale fumatori, nonché di luoghi privati non aperti ad utenti o al pubblico (per esempio: una scuola, un cinema).La legge che disciplina tale divieto, è la c.d. legge Sirchia [1] .E per quanto riguarda gli spazi condominiali? Si può fumare nelle scale, nel giardino […]
  • Il vespaio tra suolo e pavimento è parte comune se il contrario non risulta dal titolo.
    Per i beni indicati nell'art. 1117 Cc, che la norma considera di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell'edificio, non si può tecnicamente parlare di “presunzione” di condominialità quanto, piuttosto, di riconoscimento legale della natura comune (Cass. n. 14809/2017).Natura comune che può essere derogata solo con patto […]
  • Infiltrazioni e accertamento tecnico preventivo
    Qual è l'utilità dell'accertamento tecnico preventivo (anche detto ATP) nel caso di presenza di infiltrazioni?Prima di entrare nel merito e ricordando sempre che non esistono formule generali valide per tutte le ipotesi, ma che bisogna valutare sempre caso per caso la migliore strada processuale da intraprendere, è utile soffermarsi sul fenomeno, l […]
  • Edifici a rischio crolli. Buone notizie. Le spese per la diagnosi saranno a carico dello Stato
    Le operazioni, che normalmente sono a carico dei privati, saranno a carico dello Stato per un investimento che si stima per circa 120 milioni di euro.Dopo il crollo della palazzina presso la città di Torre Annunziata, che ha prodotto otto vittime, il problema della sicurezza dei fabbricati sembra rappresentare una priorità per l'attuale Governo.Il Sotto […]
  • La sorte del credito condominiale in caso di fallimento del condomino-imprenditore
    L'ipotesi di fallimento del condomino imprenditore, che svolge, dunque, attività commerciale, configura, da sempre, una situazione alquanto complessa per l'amministratore di condominio, con riguardo alla gestione dell'immobile e soprattutto per quanto attiene alle precise procedure da porre in essere per il recupero delle spese condominiali de […]
  • Passi carrai. Il condominio paga la doppia imposta
    Il passo carraio va pagato anche se per la stessa occupazione è già corrisposta la Tosap e la Cosap.Questo è quanto espresso dal Tar Liguria con sentenza n. 664 emessa in data 24 luglio 2017, che ha respinto il ricorso presentato da un condominio contro il Comune di Genova. ...
  • Ecobonus in condominio. Pubblicate le regole per avere la detrazione
    La documentazione relativa all'ecobonus del 70% e del 75%, riservato alle parti comuni dei condomìni, potrà essere inviata all'Enea a partire dal 15 settembre 2017 Si allega il vademecum, aggiornato al 10 luglio, pubblicato sul sito di ENEA per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che possono acc […]
  • In caso di immobile pignorato, i canoni non percepiti vanno ugualmente dichiarati
    Anche in caso di pignoramento dell'immobile, si continua ad applicare l'art. 26, comma1, TUIR,secondo cui i redditi fondiari concorrono a formare il reddito indipendentemente dalla loro percezione.Non rileva il fatto che il contribuente riferisca di aver perduto il possesso del bene locato a seguito della nomina di un custode giudiziario diverso da […]
Statistiche del Blog
  • 38,905 hits
Categorie
Archivi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: