Il 2 Aprile 2019 chiude Google+ Personale

Google ha annunciato il countdown per la chiusura definitiva di Google+ Personale con una mail inviata a tutti gli utenti Google+, Personali e Suite. Ecco il testo della mail.

Il tuo account Google+ personale sarà disattivato il 2 aprile 2019

Hai ricevuto questa email perché hai un account consumer Google+ personale o gestisci una pagina Google+.

A dicembre 2018 abbiamo annunciato la nostra decisione di chiudere la versione consumer di Google+ ad aprile 2019 a causa del suo scarso utilizzo e delle difficoltà relative al mantenimento di un prodotto in grado di soddisfare le aspettative dei consumatori. Vogliamo ringraziarti di aver fatto parte di Google+ e fornirti indicazioni su come procedere, incluse le istruzioni su come scaricare le tue foto e altri contenuti.

Il 2 aprile il tuo account Google+ e tutte le pagine Google+ che hai creato verranno chiusi e inizieremo a eliminare i contenuti degli account Google+ consumer. Anche le foto e i video di Google+ nel tuo archivio album e nelle tue pagine Google+ verranno eliminati. Puoi scaricare e salvare i tuoi contenuti, ma assicurati di farlo entro aprile. Tieni presente che le foto e i video di cui hai effettuato il backup in Google Foto non verranno eliminati.

Il processo di eliminazione dei contenuti dagli account Google+ consumer, dalle pagine Google+ e dall’archivio album richiederà alcuni mesi; nel frattempo, i contenuti potrebbero rimanere disponibili. Ad esempio, gli utenti potrebbero continuare a visualizzare parzialmente il proprio account Google+ tramite il log delle attività e alcuni contenuti della versione consumer di Google+ potrebbero rimanere visibili agli utenti di G Suite fino all’eliminazione della versione consumer di Google+.

Già dal 4 febbraio, non potrai più creare nuovi profili, pagine, community o eventi Google+.

Consulta l’elenco completo delle Domande frequenti per trovare informazioni più dettagliate e conoscere gli aggiornamenti relativi alla chiusura.

Se possiedi una community Google+ o ne gestisci la moderazione, puoi scaricare e salvare i dati della tua community Google+. A partire dai primi di marzo 2019 sarà possibile scaricare ulteriori dati, tra cui l’autore, il testo e le foto di tutti i post delle community pubbliche. Ulteriori informazioni

Se accedi a siti e app utilizzando il pulsante Accesso a Google+, tieni presente che questi pulsanti non funzioneranno più nel corso delle prossime settimane e in alcuni casi saranno sostituiti da un pulsante Accedi con Google. Potrai comunque accedere con il tuo Account Google ovunque vedrai pulsanti Accedi con Google. Ulteriori informazioni

Se hai utilizzato Google+ per lasciare commenti sul tuo sito o su altri siti, tieni presente che questa funzionalità verrà rimossa da Blogger entro il 4 febbraio e da altri siti entro il 7 marzo. Tutti i tuoi commenti Google+ verranno rimossi da tutti i siti a partire dal 2 aprile 2019. Ulteriori informazioni

Se sei cliente di G Suite, Google+ dovrebbe restare attivo per il tuo account G Suite. Contatta il tuo amministratore di G Suite per ulteriori informazioni. Presto ti offriremo nuove funzionalità e un look tutto nuovo. Ulteriori informazioni

Se ti occupi di sviluppo e utilizzi le API di Google+ o l’Accesso a Google+, fai clic qui per vedere come cambieranno le cose per te.

Da tutti noi del team di Google+, un grazie di cuore per aver reso Google+ un luogo davvero speciale. Siamo grati agli artisti, agli utenti che hanno creato community e agli esperti che hanno fatto di Google+ la loro casa. Niente di tutto questo sarebbe stato possibile senza la vostra passione e il vostro impegno.

Google LLC 1600 Amphitheatre Parkway, Mountain View, CA 94043, USA

Ti abbiamo inviato questa email di servizio obbligatoria per informarti di alcune importanti modifiche che riguardano il tuo account, prodotto o pagina Google+.

Google One, il gigante californiano unifica i servizi cloud – tomshw.it

Google One è il nuovo servizio cloud dell’azienda di Mountain View, con il quale si potrà unificare quanto offerto dai vari Drive, Gmail, Foto. La logica del gigante californiano è dunque quella di poter proporre agli utenti un unico abbonamento, il cui spazio di archiviazione potrà essere utilizzato a seconda delle specifiche esigenze. Il tutto a prezzi tutto sommato contenuti.

https://www.tomshw.it/google-one-gigante-californiano-unifica-servizi-cloud-94082

G Suite: ricerca all’interno di una cartella (anche sottocartelle) di Google Drive

Google_Drive_LogoCome riportato nel Blog Google per gli aggiornamenti di G Suite, da oggi finalmente è disponibile la ricerca all’interno di una cartella in Google Drive. La ricerca avviene all’interno della cartella e in tutte le sottocartelle ivi presenti, sondando ogni singolo file sia che abbia campi testo ricercabili sia che abbia testo all’interno di foto, immagini o PDF di immagini.

La procedura è semplice e può essere eseguita in due modi: Continua a leggere

From Google Drive to Google Plus Photos

The Net is full of articles and tutorials about having Google Drive photos and videos on Google Plus Photos Service in order to share or edit them but it is, at the present date, my full experience as a deep Google Apps’ user, with some tips and tricks.

First of all there three way to have your Google Drive photos and videos also in Google Plus Photos.

  1. Manually uploading (or Auto Backuping with the Auto Backup App or Desktop Application) them from your HDD or SSD, but in this way you are going to occupy double the space and taking double the time to upload;
  2. Automatically loading folders as albums (no possibility to have a tree organization) flagging the settings feature “Show Drive photos and videos in your photo library
  3. Manually loading the photos directly from Google Drive without uploading it from your computer.

The next is a workaround tutorial to get back the removed album to Google Plus Photos. Of course, you had to be activated in the Google Plus settings, the feature about seeing Google Drive photos in Google Plus.

Continua a leggere

Tenere in perfetta efficienza la vostra Gmail

gmailSono un grande fan del mondo Google, e lo utilizzo in pieno, sia nelle sue funzioni gratuite, che in quelle a pagamento (che comunque sono a basso costo), passando per quelle sponsorizzate. Considero ad esempio la Gmail, ovvero la Google Mail, che nel mese di aprile 2013 ha compiuto 9 anni, il miglior sistema di posta elettronica al mondo. Se avesse anche la possibilità di integrare la certificazione s/mime senza plug-in di terze parti, sarebbe il sistema perfetto anche per la posta elettronica certificata (PEC).

In ogni caso, mi accorgo sempre più spesso che molti utilizzatori della Gmail (la maggior parte a dir la verità) non la sanno usare. Ad esempio, non sanno che è importantissimo svuotare la cartella della Posta in Arrivo archiviandone il contenuto letto e non sanno che è vietato usare la Gmail come archivio dati salvando bozze con allegati (si rischia la chiusura dell’account). Questi due semplici esempi richiamano un problema assai diffuso ovvero quello del sottoutilizzo delle potenzialità di un sistema.

Continua la lettura dell’articolo

Nuove frontiere informatiche: Google Olezzo BETA

Google porta avanti la tecnologia con la ricerca dei profumi e delle puzze.

Ecco il nuovo servizio per gli utenti. Come dice il sottotitolo: Annusare per credere.

Grazie ai nuovissimi smartphone dotati di SMELLCD 1.8, potete sperimentare odori precisi e controllati.

[youtube http://youtu.be/VFbYadm_mrw%5D

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: