Annunci

Interventi di riqualificazione marciapiedi nelle vie Pontano Tommaseo e Goldoni

mapimageCome scritto nell’articolo della Testata Giornalistica Quotidiana del Comune di Cagliari e come riportato sul profilo Facebook del Sindaco Massimo Zedda, oggi 7 Settembre 2015 sono iniziati i lavori di riqualificazione dei marciapiedi del complesso di Via Gioviano Pontano, che si affacciano anche sulle Vie Matteo Maria Boiardo, Niccolò Tommaseo,  e Carlo Goldoni. In entrambe le pagine ho inserito il mio commento sottostante:


Grazie a questa Amministrazione Comunale viene accolta finalmente (!!!) una richiesta mai ascoltata di manutenzione, sancita in una convenzione del 1966 che pero’ non si limita ai soli marciapiedi, ma anche ai porticati e marciapiedi fuori profilo, al verde pubblico, all’illuminazione, alle strade che generano traffico veicolare incontrollato (manca la segnaletica orizzontale e veriticale), parcheggio selvaggio, e che per la tipologia di via chiusa, crea enorme disagio ai residenti e danno all’autorimessa sottostante e ai proprietari dei box. Si spera quindi che il Sindaco Massimo Zedda, tramite il servizio Cagliari Gestione Strade, porti avanti anche gli altri interventi previsti nella convenzione suddetta, richiesti per DECENNI sia dai residenti ed esercenti del complesso, che dai proprietari dei box e dagli amministratori dei condominii, passati e presenti. Ad esempio il sottoscritto, amministratore del civico 22 (in prossimità di porticati pericolanti e transenne stradali e di due alberi immensi le cui chiome e radici creano disagi e danni) e dell’autorimessa sottostante via Pontano (principale danneggiata dall’incuria delle strutture soprastanti) ha dall’inizio del Suo mandato preso a cuore la questione. Ciò si è tradotto dapprima nei due incontri con l’Assessore Coni (uno a Villa Muscas il 3-2-2014 e l’altro richiesto esplicitamente dal sottoscritto durante tale incontro per un sopralluogo avvenuto poi la settimana successiva in Via Pontano), successivamente in un’alternanza di PEC di denunce corredate da foto firmate digitalmente inviate all’Amministrazione Comunale e agli altri enti preposti alla sicurezza dei cittadini, e di incontri presso gli uffici dell’Amministrazione Comunale sempre alla presenza dell’Assessore e Vicesindaco Dott.ssa Marras e nel cui ultimo incontro tenutosi il 3 Aprile 2015, oltre a ribadire la necessità di una convocazione ufficiale congiunta di tutti gli amministratori e consiglieri dei condominii del complesso, con la convenzione alla mano e con foto recenti è stata anche ribadita l’importanza degli altri aspetti strutturali del complesso sopra citati.

Evidentemente l’Amministrazione non è rimasta sorda e cieca a tali segnalazioni, visto che la settimana scorsa alcuni tecnici del Comune hanno effettuato rilevamenti ed interviste ad abitanti ed esercenti, preannunciando l’intervento imminente di cui all’articolo commentato.

Annunci

Cagliari Turistica: Chiusa per Ferie in tempo di crisi

Dal Bastione

Collegandomi a quanto già scritto da Casteddu Online e dall’amico Nicola su Facebook, ripropongo il tema festivo/stagionale in oggetto, sia perché i commenti scritti da me all’articolo di Casteddu Online sono visibili solo dalla mia lista amici sia perché è un tema al quale tengo parecchio.

Premetto che comprendo le motivazioni di chi, anche volendo aprire, rischia la multa comunale per apertura oltre l’orario settimanale, ma è proprio la popolazione (di cui gli esercenti fanno parte) che dovrebbe incentivare il Sindaco di una città a concedere giornate speciali in cui, qualsiasi esercente, possa rimanere aperto per promuovere il turismo. Altrimenti il ragionamento è giusto: tra tasse, spese di esercizio, stipendio straordinario di eventuali commessi, e rischio di multa comunale, non vale la pena restare aperti. E ad ogni festa perdiamo un pezzetto di faccia, come quella volta dell’attracco della nave da crociera Navigator of The Sea, la più grande del mondo, i cui passeggeri vagavano per una desolata città “turistica” chiusa, aspettando ore i pulman sotto un sole cocente e chiedendo se si poteva raggiungere a piedi almeno il Poetto…

Continua la lettura dell’articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: